Concorso per centro urbano di Villa Verucchio

Committente: Comune di Verucchio 
Prestazioni: Progettazione delle strutture, impianti meccanici, impianti elettrici, VVF, prime indicazioni sicurezza, progettazione urbana ed infrastrutture. Capoprogetto e progettazione architettonica KK ASSOCIATI

Consulenti: Alessandro Bonfè - Ing. Marco de Mitri - Dott. Geol. Carlo Copioli - Dott. Chiara Cesaretti. 
Periodo: 2012

 

Richiedi informazioni

 

Il masterplan si pone come obiettivo la ricucitura del tessuto urbano attraverso una soluzione capace di amplificare i benefici indotti dall’interramento di un tratto della viabilità provinciale ad un’area più estesa rispetto al tratto corrispondente di Via Casale e Via di Mezzo inserite nelle previsioni attuali del POC.

Ciò in primis in quanto un’opera di dimensioni importanti come l’interramento di un tratto di viabilità sarà giustificabile solo se avrà la capacità di coinvolgere un’ampia area del centro urbano, l’altra perché l’obiettivo ultimo espresso dall’amministrazione è quello di favorire la formazione di un Centro Commerciale Naturale coinvolgendo il maggior numero possibile di attività commerciali esistenti.

Per la realizzazione di una tipologia come quella auspicata è ovvio ritenere insufficiente la presenza della sola funzione commerciale poiché verrebbe meno la natura stessa di centro urbano e non sarebbe giustificato pensare che essa basterebbe ad attivare flussi e aggregazione di persone. Inoltre si ritiene che per istituire un Centro Commerciale Naturale sia necessario assegnare una precisa identità ad un ambito definito e circoscritto attraverso la creazione di collegamenti diretti e di facile individuazione tra funzioni polarizzanti a loro volta connesse dalle attività commerciali esistenti o da nuove destinate ad insediarsi nel tempo.

E’ per tutti questi motivi che il masterplan propone l’individuazione di quattro aree strategiche (catalizzatori) ove insediare altrettante funzioni polarizzanti a carattere aggregativo dedicate a Cultura, Tempo libero, Turismo e Socialità. Per questa ragione la strategia di progetto prevede di mettere a sistema, attraverso collegamenti ciclo-pedonali e commerciali, il Centro Civico, il nuovo Parco Urbano (Parco Creativo) da realizzarsi in Piazzale Risorgimento, una nuova struttura turistico-ricettiva, affacciata su una nuova piazzetta ricavata all’incrocio di Via di Mezzo con Via del Ghetto, e un Centro Polifunzionale a vocazione sociale da collocarsi in Piazza Primo Maggio.

Le relazioni tra le funzioni strategiche sono state pensate prevedendo un percorso ciclo-pedonale ad anello ottenibile con la pedonalizzazione del tratto di Via Casale in superficie del tunnel, la connessione a Piazza Europa, la realizzazione del tratto di percorso che continuando Via del vecchio Ghetto permetterà il collegamento con Via Garibaldi e quindi con il nuovo Parco Creativo, garantendo ad esso un migliore collegamento con il resto del sistema. Questo collegamento si ritiene determinante per la riuscita della ricucitura del tessuto urbano in quanto ciò permetterà di amplificare i benefici della riqualificazione anche ai fabbricati esistenti disposti lungo i bordi dell’ambito di riqualificazione AR-1 coinvolgendo un maggior numero di attività commerciali che saranno connesse da una nuova distribuzione ad anello.

Questo permetterà tra l’altro il collegamento tra Piazzale Risorgimento e Piazza Europa anche prima della realizzazione di un’opera complessa come quella del tunnel che consentirà la riqualificazione di Via Casale. Il sistema urbano proposto risulterà completato dalle connessioni trasversali in cui rivestiranno un ruolo gerarchico principale Via di Mezzo e un nuovo tracciato pensato per collegare Via Casale con Piazza XXV Aprile attraverso Via Luxemburg.

 

Render Studio KK Architetti Associati di La Spezia

Categoria Luogo Anno
Concorsi / Villa Verucchio (RN) - Italy 2012


Condividi sui social: