24 Jul

Case galleggianti – House Boat

Una moda sempre più diffusa nel mondo, soluzioni all’avanguardia, in cui innovazione e sostenibilità vanno a braccetto. Abitazioni versatili, resilienti ed energeticamente autosufficienti. Un nuovo concetto di abitazione, ma anche di vacanza. Sono queste ed altre caratteristiche a rendere le “case galleggianti/house boat” protagoniste nell’architettura del futuro e dell’Italian Style. Ecco una nostra interpretazione.

 

Richiedi informazioni 

 

Come vivere in simbiosi con la natura circostante senza danneggiarla? Sarà questo il futuro delle abitazioni sostenibili? Interrogativi importanti, a cui sta cercando di dare risposta anche il nostro settore Ricerca e Sviluppo, stimolato anche dal percepire come una opportunità la presenza sul nostro territorio di “specchi d’acqua” da valorizzare.

 

Figura 1 - Un nostro concept

 

Sicuramente le House boat possono essere un’ipotesi da prendere in considerazione. Rappresentano - se si pensa al panorama internazionale - una soluzione alla problematica dello sfruttamento del suolo, nonché un modo di vivere in armonia con la natura. Il fatto che abbiano un consumo del suolo pari a zero le rende particolarmente adatte a far fronte, ad esempio, alle problematiche di sovrappopolamento di alcune aree del pianeta. Esistono progetti importanti che, partendo da una struttura modulare di base, sono in grado di ridisegnare intere città galleggianti (es. FreiLichtHaus tra Sassonia e Brandeburgo oppure IJburg, Amsterdam). In particolare, in Olanda sono previste case moderne e sostenibili sull’acqua e che non hanno nulla da invidiare alle abitazioni su terra.

 

Figura 2 - Un nostro concept

 

La loro parola d’ordine è quella di sfruttare i vantaggi della vicinanza dell’acqua in termini di eco-compatibilità. Si tratta di strutture natanti a tutti gli effetti, di progetti – in genere - a basso impatto ambientale e a ridotto consumo energetico.

Un fenomeno in crescita in Europa, soprattutto in zone in prossimità di fiumi, lagune, canali. Non mancano esempi nel mondo, in cui innovazione e sostenibilità vanno a braccetto, abitazioni in cui la scelta della componentistica verte su materiali isolanti per ridurre perdite di energia, su pannelli fotovoltaici che alimentano il sistema di illuminazione a LED della casa e su pannelli solari posti sul tetto che permettono una indipendenza energetica, oltre all’uso di materiali riciclati e riciclabili, tenendo conto dell’ambiente in cui si andranno a collocare.

La floating architecture è dunque un modo per guardare al futuro, un campo aperto alla sperimentazione e all’integrazione di nuove tecnologie.

Anche per il turismo, rappresentano una modalità nuova ed affascinante di vivere le vacanze, rifugi per fuggire dallo stress e dalla confusione, una possibilità per occupare darsene poco frequentate e per arricchire l’offerta turistica, che nel pacchetto vacanza possono includere un’esperienza diversa sull'acqua!

 

Richiedi informazioni 

Figura 3 - Un nostro concept

 

Un’opportunità per vivere nuove esperienze, momenti unici, valorizzando il territorio con scelte sostenibili. Non solo quindi un nuovo concetto di abitazione, ma anche di vacanza. Dalla sfida tecnologica, alla residenza riconosciuta.

 

Figura 4 - Un nostro concept

 

Anche noi ci siamo lasciati ispirare da questa tematica. Abbiamo pensato, e sviluppato un “water masterplan” articolato tra servizi primari e abitazioni/servizi ricettivi in una delle più belle darsene d’Italia. Il progetto affrontato si è rivelato un'interessante occasione per approfondire le tematiche di rapporto tra tecnologie navali e necessità abitative. Temi come autosufficienza energetica, scarichi, sicurezza sono imprescindibili per queste innovazioni. ll rapporto con le infrastrutture...

Per quanto riguarda la rete fognaria, il progetto non può non tener conto di impianti di raccolta dei reflui portuali per raccogliere sia le acque di scarico provenienti dalle house boat e dai servizi igienici, sia quelle di sentina che vanno raccolte separatamente e trattate prima del loro trasferimento allo scarico definitivo. Inoltre, bisogna tener conto di servizi aggiuntivi, quali le colonnine di erogazione elettrica ed idrica nel contesto della darsena.

Non mancano esempi di unità abitative sull’acqua definite come case net zero energy, autosufficienti energeticamente e dotate di certificazioni LEED Platinum, la certificazione internazionale più prestigiosa sulla sostenibilità degli edifici. Continuiamo a guardare in questa direzione.

 

Richiedi informazioni 

 

Figura 5 - Porto Marina di Loano

 

Figura 6 - Un nostro concept

 

Richiedi informazioni 

 


Condividi sui social: