21 Sep

Il progetto del Liceo Valgimigli

Un lungo percorso terminato con successo

di Arch. Stefano Matteoni

 

Una scuola bella, funzionale, grande ed estremamente luminosa. Questo è il risultato di un percorso iniziato nel lontano 1998 e terminato solo in questi giorni. Infatti, in quella ormai lontana data Polistudio A.E.S. aveva partecipato e vinto il concorso di architettura relativo al progetto bandito dalla Provincia di Rimini.

Tuttavia, a causa di mancanza di fondi ed alla richiesta di spostamento della localizzazione, il progetto ha subìto, durante il suo percorso, molteplici cambiamenti: dal cambiamento del sito a modifiche consistenti rispetto all’ipotesi iniziale.

Nella nuova ottica di risparmio sono stati scelti materiali che, pur mantenendo un ottimo livello qualitativo, hanno comunque modificato l’immagine originaria. Queste scelte hanno condotto ad una estetica forse più “spartana”, lasciandone tuttavia inalterata la funzionalità dei requisiti originali.

La storia di questo edificio risulta piuttosto complessa. Ha risentito fortemente della crisi edilizia, dal fallimento dell’impresa generale affidataria, alla sostituzione in corso d’opera di alcuni subappaltatori a causa di difficoltà economiche.

Per questo, consideriamo un ottimo risultato aver portato a termine questa impresa nella maniera che oggi possiamo vedere: una scuola funzionale, che risponde a tutto ciò che una scuola oggi richiede in termini di spazi e di tecnologia, e capace di racchiudere in un solo sguardo il suo funzionamento, quindi bella! 

 

Richiedi informazioni    

 

Il progetto

 

Polistudio A.E.S. si è occupato della progettazione preliminare, definitiva, esecutiva, architettonica, strutturale ed impiantistica meccanica della nuova sede del liceo pedagogico "Valgimigli" di Rimini. Inoltre, ha svolto il rilievo topografico del fabbricato ultimato e l’accatastamento dell’immobile.Siamo ampiamente soddisfatti del risultato.

Ne è emerso un edificio funzionale, luminoso e sicuro, a servizio della cultura. Un luogo privo di barriere architettoniche, con 43 aule isolate dal punto di vista acustico, completo di laboratori linguistici, informatici, di chimica e di fisica, un adeguato spazio ristoro, una biblioteca-sala lettura ampia e luminosa, diverse aule polifunzionali ed ampi spazi di relazione in cui la vita scolastica può sviluppare incontri, rapporti, discussioni e creatività.

 

Scopri di più sul progetto

 

Richiedi informazioni    


Condividi sui social: